02.08.2012

DE MAJO per Arte: Loving Italy

   

DE MAJO per Arte riscopre una pagina importante della propria vocazione artistica: il maestoso complesso seicentesco di Villa Manin.

Situata a Passariano in provincia di Udine, Villa Manin è uno dei monumenti artistici più significativi dell’eredità storico - culturale del nostro Paese.

La vita della Villa Manin si è sempre legata alle vicende storico-politiche che hanno riguardato il territorio: fu la dimora dell’ultimo doge di  Venezia Ludovico Manin e la residenza di Napoleone Bonaparte.

La Villa è inserita nell’ambiente che la circonda secondo un concetto di armonizzazione, tanto da diventare parte integrante del paesaggio circostante. Stanze riccamente affrescate, decorazioni d’impronta barocca, sculture e dipinti maestosi realizzati dagli artisti più richiesti dell’epoca come Louis Doringy, Domenico Rossi, Giuseppe Torretti e Francesco Fontebasso.

Parte integrante del complesso monumentale è il Salone delle Feste (Salone Centrale) -  splendido scenario d’incontri ed eventi storici. I deliziosi e maestosi lampadari che illuminano il piano terra sono in vetro di Murano. Proprio i lampadari dell’epoca richiesero recentemente un’importante intervento di restauro e recupero nonché la messa a norma secondo le normative in materia.

Il valore artistico - culturale degli autentici lampadari del ‘700 e dell’800 richiese le maestranze e le abilità altamente qualificate, il minuzioso studio dello stato dei singoli elementi danneggiati e la fedele ricostruzione di quelli rotti per un risultato finale davvero eccellente e omogeneo.

Grazie alla formidabile esperienza della DE MAJO, erede e custode delle antiche tecniche di lavorazione del vetro di Murano è stato possibile eseguire una serie di complessi interventi richiesti come la pulitura e la sistemazione delle parti meccaniche e una complessiva messa a norma del materiale elettrico dell’ imponente lampadario in bronzo che abbellisce una delle stanze della Villa.

Il lampadario rezzonico del fine ‘700 è stato fedelmente ricostruito in tutti i dettagli e soprattutto nei suoi numerosi fiori policromi.

Il lampadario del Salone Centrale ha subito  tuttavia  l’intervento di restauro maggiore non solo per le dimensioni del lampadario stesso (altezza 390 cm, diametro 180 cm) ma soprattutto per la quantità degli elementi in vetro sostituiti per un effetto finale davvero omogeneo. Un importante lavoro di progettazione e numerazione di ogni singolo elemento è stato fedele al fil rouge dell’opera: recuperare quanto più possibile gli elementi originali del lampadario.

Il rifacimento della parte centrale e la sostituzione dell’impianto elettrico hanno completato il lavoro di ricostruzione affidato ai  Maesti vetrai agli abili progettisti della DE MAJO. La chicca finale consisteva nella progettazione e realizzazione delle lampade da parete a cinque luci in due piani (3+2) per accompagnare il lampadario centrale.

Villa Manin splende oggi anche grazie alla nostra collezione della tradizione veneziana come i modelli 7061, 7062 e 9050. Le sale sono illuminate anche dai lampadari protagonisti della re-interpretazione dello classico stile veneziano come il meraviglioso 8000.

Oggi l’Estate in Villa Manin è una delle iniziative più importanti in un circuito culturale nazionale e internazionale. L'Estate in Villa si rivolge ad un pubblico più che mai differenziato, da quello popolare a quello più esigente e raffinato.  Numerose mostre, manifestazioni, spettacoli e convegni hanno consentito ai cittadini e turisti  di godere di un’offerta di spettacolo in una cornice unica, ma anche di scoprire nuovi spazi e nuovi artisti.

Carlo Goldoni definì la Villa e il suo maestoso Parco un “soggiorno degno di un re" e lo stupore che provoca è rimasto intatto fino a oggi. Siamo fieri di aver potuto dare il nostro contributo.