20.04.2010

Carlo Nason: un designer autentico

Un artigiano muranese con certificato di garanzia.

Carlo Nason è un signore muranese con certificato di garanzia, mi risulta infatti che la sua famiglia sia una delle più antiche e blasonate dell’Isola, stirpe di vetrai e imprenditori di grande rilevanza.

Carlo, si distingue all’interno della sua famiglia dimostrando da sempre un’attitudine alla progettualità innovativa, intuendo con anticipo su tutti che anche una materia come il vetro di Murano, intrisa di storia e tradizione, poteva essere un formidabile veicolo per espressioni di design dalla sorprendente attualità.

Conosco Carlo da molto tempo e credo di poter affermare che tra noi, al di là del rapporto professionale, vivano sentimenti di profonda stima e sincera amicizia. Pur essendo molto noto credo che pochi conoscano veramente Carlo Nason, uomo tendenzialmente schivo e portato più all’autocritica che alla propria celebrazione; è figura rara in un settore dove spesso conta più il personaggio della persona.

Ma proprio queste sua naturale ritrosia, che ritroviamo in molti “grandi” a qualsiasi settore essi appartengano, fornisce l’indicazione di uno straordinario talento espressivo che si nutre di un continuo “travaglio interiore”, alla ricerca costante del miglioramento pur accettando con intelligente umiltà i limiti propri imposti dal “design” che non è espressione artistica e deve trovare nel mercato la sua consacrazione. Il fatto che Carlo Nason sia muranese e abbia prestato la sua collaborazione ad aziende, la de Majo compresa, legate al mondo del vetro, non gli impedisce di esprimere la sua creatività anche con altri materiali.

Lo dimostra la lampada da terra “Bilbao”, debuttante sul mercato da pochi giorni e accolta con unanimi lusinghieri apprezzamenti. In questa occasione ha compiuto il percorso classico del designer: dall’idea alla forma, dalla ricerca del materiale agli studi di fattibilità, dalla funzionalità alla ingegnerizzazione. Il nostro ufficio tecnico gli è stato di sicuro supporto coadiuvandolo nelle fasi di ricerca e sperimentazione. Il risultato è un splendida lampada, rigorosamente moderna, originale quanto basta, senza inutili concessioni ad autocompiacimenti, in una parola è lo specchio dell’Autore.

Credo esistano i presupposti per un successo annunciato e della riconferma di Nason quale designer di autentico valore. A lui va il mio ringraziamento per aver scelto la de Majo come destinataria di questo progetto a cui abbiamo creduto da subito e portato avanti con la massima cura e convinzione per offrire un prodotto di elevatissima qualità pari al livello del suo design e all’importanza del designer.

Lucio de Majo