01.12.2014

Apre oggi Excelsior Hotel Gallia - un riflesso scintillante di Milano

   

Inaugurato per la prima volta nel 1932, questo hotel è stato completamente rinnovato dal noto architetto milanese Marco Piva. Dietro l'emblematica e splendente facciata in stile Art Déco si trovano eleganti lounge e ristoranti, un'ampia Spa e meravigliose sale riunioni.

L'hotel dispone di una straordinaria collezione di 53 suite, tra cui l'esclusiva Suite Katara di 1.000 metri quadrati con quattro camere da letto, la più grande d'Italia. Tutti gli arredi interni sono stati realizzati in Italia e offrono un'atmosfera caratteristica e alla moda in tutto l'hotel.

DE MAJO, uno dei protagonisti dello scenario internazionale dell’illuminazione d’alta gamma, ha realizzato per Hotel Gallia Excelsior 10 differenti tipologie di corpi illuminanti per un totale di 51 lampade complessive.

Quasi la totalità dei corpi illuminanti è stata concepita per essere realizzata su misura con l’obiettivo di rispondere sia alle esigenze strettamente funzionali sia per abbracciare pienamente la natura decorativa delle scelte stilistiche e d’arredo.

Gli scenari luminosi firmati DE MAJO riguardano il ristorante del piano terra, le suites, la zona spa con la piscina annessa e infine il fulcro del palazzo costituito dal grande scalone centrale lungo il quale si sviluppa un maestoso lampadario di 25 mt d’altezza realizzato interamente su disegno e in stretta collaborazione con lo Studio Marco Piva.

Lo storico scalone dell’hotel è stato valorizzato con una cascata di luci lunga 25 mt e composta da 180 tubi a sezione quadrata in vetro artistico bianco satinato. I 180 elementi tubi in vetro dall’altezza di 85 cm ciascuno, sono posizionati ad altezze differenti mediante i cavi elettrici per arrivare a comporre un sorprendente e scenografico lampadario che misura 3,40 mt x 3,40 mt alla base e ben 25 mt di altezza.

Il maestoso lampadario si presenta con un effetto estetico finale simile a quello di un cono capovolto. Un cono dal peso di oltre una tonnellata, ovvero di 1200 kg di frammenti di luce e vetro che si alternano armoniosamente per dare un proprio benvenuto luminoso davvero d’eccezione.

“Un progetto come quello che ha visto lo Studio Marco Piva impegnato nella ristrutturazione dello storico hotel Gallia di Milano è sicuramente da annoverare tra quelli che rimarranno esempio di audace interpretazione di uno stile (liberty) per ricondurlo, pur nel suo rispetto, ad una eleganza contemporanea che dialoga amabilmente con una struttura eretta circa un secolo fa.

Anche la scelta dei corpi illuminanti, che ha coinvolto la nostra azienda, è stata sorprendente.

Ignorato lo stile tipico dell’edificio, la modernità delle installazioni luminose non contamina, ma anzi aggrega, le soluzioni architettoniche e l’arredo degli ambienti. Una sfida che solo un grande architetto poteva lanciare e vincere.”- ha dichiarato Lucio de Majo, presidente di de Majo Illuminazione.